Cos’è la Leishmaniosi canina, quali sono i sintomi e la cura

Cos’è la Leishmaniosi canina, quali sono i sintomi e la cura

Tra le malattie più diffuse e discusse negli ultimi anni troviamo senza dubbio la leishmaniosi.
Spesso si sentono dire molte cose in merito, ma oggi facciamo chiarezza su tutti i fronti e vediamo insieme come riconoscerla, affrontarla e magari prevenirla.

Cos’è la Leishmaniosi

La leishmaniosi è una malattia infettiva che può arrivare al cane attraverso la puntura dei pappataci, insetti talvolta più piccoli e apparentemente meno fastidiosi delle zanzare, che pungono per nutrirsi di sangue ma che purtroppo trasportano ed iniettano nel cane il parassita che è la causa della malattia.

Parliamo di una malattia infettiva, quindi contagiosa e trasmissibile in alcuni casi anche dall’animale all’uomo.

La probabilità di contrarre la leishmaniosi si presentava fino a pochi anni fa soprattutto in zone umide come i litorali del centro e sud Italia e nelle nazioni affacciate sul mare, ma per i cambi climatici avvenuti, ora c’è da stare attenti in tutta la zona meridionale e centrale dell’Italia, nelle zone settentrionali particolarmente umide come la Liguria e la Lombardia e in stati come la Spagna, il Portogallo, la Grecia e il sud della Francia.

I sintomi della Leishmaniosi

I sintomi sono molto comuni e spesso trascurati per la loro generalità, ma vediamoli più nel dettaglio per capire cosa potrebbe rappresentare un campanello d’allarme:

  • il cane può sentirsi insolitamente stanco e abbattuto;
  • può esserci inappetenza o dimagrimento improvviso;
  • il cane potrebbe avere le articolazioni particolarmente gonfie e doloranti;
  • i linfonodi possono essere ingrossati e può presentare febbre;
  • potrebbe uscirgli del sangue dal naso;
  • il pelo può subire un cambiamento, la cute delle lesioni di vario tipo (come dermatiti, escoriazioni e ulcere) e le unghia crescergli molto velocemente;
  • l’occhio o entrambi gli occhi possono presentare qualcosa che non va.

In ognuno di questi casi è bene contattare immediatamente il veterinario, far visitare il cane e farlo sottoporre esplicitamente all’analisi diretta della leishmaniosi.

Capire se un cane ha contratto la leishmaniosi è molto semplice perchè basta un’analisi specifica del sangue, che ci da modo di saperlo con certezza e in soli 10 minuti.

Come curarla

La vera cura purtroppo ad oggi non esiste perché la leishmaniosi è una malattia cronica, ma prima la si scopre e prima si può intervenire per bloccare o rallentare il suo decorso.

Il periodo di incubazione può arrivare fino a 7 anni e purtroppo i danni sono progressivi, molteplici ed invalidanti, ma scoprendola sul nascere si può agire efficacemente e far si che il cane conduca una vita quasi normale.

Ci sono rimedi farmacologici per bloccare il processo della malattia e sono i farmaci leishmanicidi, accompagnati spesso da farmaci che vanno a curare anche gli antipatici sintomi della malattia.

Prevenzione della Leishmaniosi

Per combattere questa malattia ad oggi c’è il vaccino, un gesto preventivo che può salvare letteralmente la vita del nostro amico a quattro zampe.

Vi sono inoltre tanti gesti importanti da compiere per prevenirla, come:

  • usare antiparassitari specifici contro i flebotomi;
  • tenere il cane in casa di notte se ci si trova in zone a rischio;
  • effettuare controlli periodici e regolari dal veterinario di fiducia.

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente informative, e non devono essere assolutamente sostituite ad un parere medico veterinario.

Lascia un commento